Ricette

Ricetta Onigiri (おにぎり) o omusubi

Vediamo come preparare velocemente gli onigiri le polpette di riso che tutti abbiamo imparato a conoscere negli anime ed i manga giapponesi.
Ci serviranno pochi ingredienti ed un minimo di manualità, con un risultato che vi sembrerà sorprendente.
onigiri
Ingredienti
Per il riso (2 pers. 4 onigiri)
  • 2 合-go (300gr) di riso giapponese (oppure riso originario, no basmati)
  • 1 pezzo alga Kombu
  • furikake (facoltativo)
Per il ripieno
  • salmone cotto
  • wasabi
Ripieni alternativi
  • prugne umeboshi
  • verdure varie
  • carne (raramente utilizzata)
  • tonno e maionese
Per la guarnitura
  • 1 foglio di alga nori
Preparazione
    un go di riso
  1. Prendere due go di riso, utilizzando l'apposito contenitore tarato oppure pesare con la bilancia 300 grammi.

  2. lavaggio del riso
    lavaggio del riso
  3. Lavare il riso con le mani e con acqua fredda in una ciotola capiente, cambiando l'acqua più volte, fino a che non sarà quasi trasparente.

  4. cuociriso zojirushi
    livello acqua
  5. Se avete una cuociriso giapponese, mettete il riso nella vaschetta ed aggiungete l'acqua fino al livello prestabilito, dato che abbiamo usato 2go di acqua, ci fermeremo alla tacca 2 dell'indicatore riso per sushi, mettetelo nella vaschetta

  6. alga kombu
  7. Aggiungete un pezzo di alga kombu essiccata, dopo averla sciacquata bene sotto l'acqua corrente ed avviare la cottura

  8. taglio salmone
  9. Mentre il riso cuoce sminuzzate il salmone con un coltello e mischiatelo con un ciuffo di wasabi, non esagerate con il wasabi se non vi piacciono i sapori forti.

  10. Dopo circa 45 minuti il riso sarà pronto e la cuociriso vi avvisare con la sua musichetta, altrimenti seguite la nostra ricetta del riso gohan

  11. Prendete il riso ancora caldo, gettate via l'alga kombu e mescolate il riso partendo dai bordi verso il centro in modo da staccare con delicatezza quello attaccato.

  12. furikake
  13. Se volete potete condire il riso con un furikake, dei condimenti per riso giapponese gia pronti, da mescolare al riso ancora caldo, noi ne aggiungiamo sempre qualcuno alle alghe in modo da rendere il riso più gustoso.

  14. oni3
  15. Prima che il riso si raffreddi, preparatevi una ciotola con l'acqua, una con il sale fino, una con il sesamo nero ed i vari ripieni che avete deciso di utilizzare per gli onigiri.

  16. Tagliate delle foglie di alga nori in striscioline rettangolari e mettetele da parte per la decorazione finale.

  17. sale sciolto
  18. Bagnate una mano con l'acqua della ciotola, con l'altra mettete un bel pizzico di sale sulla mano bagnata ed un po' di semi di sesamo sesamo, sfregate bene le mani in modo che il sale cominci a sciogliersi.

  19. Prendete con un grosso cucchiaio bagnato o se avete la paletta apposita una grande quantità di riso ancora caldo e mettetelo sul palmo dell'altra mano, tenendola leggermente ricurva a forma di cucchiaio con le dita unite.

  20. ripieno di salmone
  21. Fate un piccolo incavo per il ripieno, nel quale metterete un po' del ripieno che avete preparato in precedenza e chiudere la polpetta attorno al ripieno, cercando di spingere il ripieno verso l'interno e la parte esterna e posteriore facendola venire in avanti fino a coprire completamente il ripieno.

  22. modellare onigiri con le mani
  23. Date una schiacciata con entrambe le mani in modo da compattare la palla di riso e poi aiutandosi con l'altra mano cercate di dargli una forma triangolare o comunque quella che più desiderate, tenendo conto che dovrà avere uno spessore di circa tre dita.

  24. onigiri
  25. Prendete una strisciolina di alga nori e ricoprite la base della polpetta in modo da creare un punto in cui poterla prendere, l'alga servirà per non dover toccare direttamente il riso, ma anche a dare un po' più di sapore.

  26. vassoio con onigiri
  27. Servire gli onigiri quando si saranno raffreddati, ricordando che sono il cibo preferito dai giapponesi quando partecipano ad un picnic o si portano il pranzo a scuola.

Conservazione
Se non li mangiate subito potete avvolgerli nella pellicola trasparente e conservarli in frigo anche per un paio di giorni. Se però avete usato il pesce crudo come ingrediente, meglio consumarli in giornata.
Suggerimento
Se vi sono avanzati degli onigiri e magari sono freddi, potete preparare gli Yakionigiri seguendo la nostra semplice ricetta.



Potrebbe interessarti anche...