Ricette

Ricetta Okonomiyaki stile kansai

Ci sono vari modi di preparare un okonomiyaki e variano a seconda della zona in cui lo mangiate ma soprattutto si adattano agli ingredienti che uno ha a disposizione in quel momento.
Questa ricetta si ispira all'okonomiyaki del Kansai ed è forse quello che preferisco.
okonomiyaki del kansai
Ingredienti
Dosi per 2 persone
  • 200gr farina 00
  • 20gr amido di mais
  • 1 tazza di dashi (va bene un brodo di pesce qualsiasi)
  • 2 uova
  • 5-6 foglie foglie di cavolo cappuccio (verza bianca liscia)
  • 1 carota
  • Beni shoga (zenzero rosso)
  • sale
  • pepe
  • olio di sesamo o semi
  • Qualche fetta di pancetta o se preferite il pesce: gamberetti sgusciati o salmone affumicato
Guarnitura finale
Preparazione
  1. In un pentolino mettete a bollire un paio di tazze di acqua con una mezza bustina di dashi in polvere, quando comincerà a bollire e la polvere sarà sciolta, metterlo a raffreddare.

  2. Lavare le foglie di verza, rimuovere la parte centrale del torso, quella più spessa, bianca e dura, tagliarla a striscioline di mezzo centimetro di spessore, lunghe circa 3/4 centimetri. Avrete ottenuto così quello che i giapponesi chiamano Kyabezu.

  3. Se avete deciso di aggiungere un porro o una cipolla, tagliarla a fettine sottili ed aggiungerla alla verza.

  4. Pulire la carota e tagliarla a piccoli dadini di circa mezzo centimetro per lato. Non è obbligatorio che ci sia la carota, ma mi piace metterla perché dona colore e da una nota di croccantezza.

  5. Prendere lo zenzero e tagliarlo a listarelle sottili, se non è già così, poi mischiarlo alla verza, la carota e le altre verdure che avete deciso di utilizzare.

  6. In un recipiente, preparare una pastella con la farina, l'amido di mais ed il brodo di pesce, aggiungendo un pizzico di sale e pepe. La consistenza della pastella deve essere abbastanza liquida.

  7. Mettere a riscaldare sul fuoco una piastra antiaderente oppure una padella molto larga e bassa, con un filo d'olio di sesamo o un olio di semi qualsiasi.

  8. Quando la padella è ben calda, abbassate la fiamma e versate sul fondo uno strato di pastella formando una specie di disco che farà da base al vostro okonomiyaki.

  9. Aspettate un minuto e prima che si compatti troppo, versate sul disco di pastella tutte le verdure preparate in precedenza.

  10. Cercate di compattare le verdure, pressandole dai bordi e dall'alto in modo che assumano l'aspetto di un grosso disco schiacciato e tondeggiante.

  11. Preparate con le dita due piccole conche tra le verdure e rompeteci dentro le uova. Non serve che il rosso resti intero. Se volete un risultato più compatto potete rompere le uova nelle verdure e mischiare il tutto prima di versarlo in padella.

  12. Versare la restante parte di pastella sulla superficie del disco ed aggiungere sopra le fette di pancetta, i gamberi o qualsiasi altro ingrediente preferite utilizzare cercando di decorare e compattare la superficie del okonomiyaki. Se alla fine vi avanza altra pastella potete metterla anche sopra alla pancetta, sarà più semplice quando si gira non farlo attaccare alla padella.

  13. Coprire con un coperchio, abbassare la fiamma e lasciare cuocere per 5 minuti almeno.

  14. Aiutandovi con due spatole infilate dai lati opposti, girate l'okonomiyaki dall'altro verso. Se non avete le spatole o non c'è spazio a sufficienza per infilarle dai lati, utilizzate un coperchio o un piatto per aiutarvi a girarlo come se fosse una frittata.

  15. Sempre tenendo bassa la fiamma, lasciate che cuocia anche dall'altro lato per 8/9 minuti controllando di tanto in tanto che non si stia attaccando, potete aggiungere altro olio se vi sembra che la padella sia troppo secca.

  16. Utilizzando ancora una volta un coperchio grande, un piatto o le spatole, girate nuovamente l'okonomiyaki e lasciatelo scivolare su un grande piatto di portata. Io uso un tagliere di legno, per una questione meramente estetica.

  17. Guarnire l'okonomiyaki con una generosa quantità di salsa okonomiyaki e da striscioline sottili di maionese giapponese.

  18. Per terminare la preparazione, versare sopra una generosa quantità di katusobushi, le scaglie di tonno essiccate ed una spolverata di aonori, polvere di alghe giapponesi. Daranno quel sapore in più che manca al piatto per essere autentico.

  19. okonomiyaki finito

Per la prima volta in collaborazione con Angelorosso goloso abbiamo realizzato una videoricetta per guidarvi passo passo nella preparazione.






Potrebbe interessarti anche...