Strumenti musicali

Biwa

Biwa
I Biwa (琵琶) non sono altro che i liuti piriformi giapponesi a manico corto. La parola biwa è la pronuncia giapponese degli ideogrammi cinesi pipa, uno strumento antenato della biwa.
La forma dello strumento ricorda una grossa pera di cui corpo e manico sono ricavati da un unico pezzo di legno. Le corde sono di seta e si accordano girando dei piroli montati su una paletta ortogonale al manico.
Quando lo si suona le corde che vibrano entrano in contatto con alcune parti dello strumento producendo un suono caratteristico chiamato sawari.

I biwa furono importati dalla cina nell'ottavo secolo e diventarono parte integrante della tradizione giapponese.
Specialmente come strumento dei Biwa Hōshi, i monaci ciechi che giravano il paese recitando i poemi epici.
Alla famiglia dei biwa appartengono cinque principali tipologie di strumenti:
  • gakubiwa - impiegato nel gagaku (genere musicale)
  • mōsō biwa - utilizzato da musicisti itineranti per accompagnare i sūtra buddhisti
  • heike biwa - impiegato per accompagnare lo specifico repertorio di canti epici
  • satsuma biwa e chikuzen biwa - per tradizioni narrative create nel periodo moderno e derivate da quella del mōsō biwa.




Potrebbe interessarti anche...