Giardini

I giardini giapponesi nel periodo Momoyama (1568-1600)

Il periodo Momoyama ebbe una durata breve di 32 anni, e fu in gran parte occupato dalle le guerre tra i daimyo, i capi delle famiglie feudali giapponesi.
I nuovi centri di potere e di cultura in Giappone erano i castelli fortificati dei daimyo, attorno al quale apparvero nuove città e giardini.
Il giardino caratteristico del periodo era caratterizzato da uno o più stagni o laghi vicino alla residenza principale o shoin, non lontano dal castello.
Questi giardini erano pensati per essere osservati dall'alto del castello o della residenza.
I daimyo avevano fatto sviluppare tecniche di taglio e sollevamento di grosse pietre per costruire i loro castelli e sfruttavano gli eserciti di soldati per spostarle.
I laghi artificiali venivano circondati da spiagge di piccole pietre e decorati con massi, ponti in pietra naturale e trampolini.

Il giardino più famoso di questo stile, fu costruito nel 1592 e si trova vicino al Castello di Tokushima sull'isola di Shikoku. Questo giardino è famoso soprattutto per il suo ponte di rocce naturali, lungo 10.5 metri.
Un altro giardino ancora esistente è il Sanbo-in, fatto costruire da Toyotomi Hideyoshi nel 1598 per celebrare la festa della fioritura dei ciliegi e per ricreare lo splendore di un antico giardino.
Trecento costruttori di giardini lavorarono al progetto, scavando laghi e installando settecento massi in uno spazio di 540 metri quadrati. Il giardino fù progettato per essere visto dalla veranda del padiglione principale, o dalla Sala della Visione Pura, che si trovava su di una collina più in alto del giardino.
Nella parte orientale del giardino, su una penisola c'è un insieme di pietre destinate a rappresentare il Monte Horai. Un ponte di legno conduce a un'isola che rappresenta una gru ed un ponte in pietra collega l'isola ad un'altra che rappresenta una tartaruga collegata da un ponte di terra coperto alla penisola.
Il giardino comprende anche una cascata ai piedi di una collina boscosa.
Una caratteristica importante dei giardini del periodo Momoyama è la vicinanza degli edifici all'acqua.
Il periodo Momoyama ha visto anche lo sviluppo del cha no yu (cerimonia del tè), il chashitsu (casa da tè) e la roji (giardino del the).

I giardini più famosi di questo periodo sono:
  • Giardino del castello sull'isola di Shikoku a Tokushima.
  • Sanbo-in Daigo-ji, nella Prefettura di Kyoto (1598)




Potrebbe interessarti anche...

COPYRIGHT 1999-2024 BY
ALL RIGHT RESERVED