Comportamento a tavola

Hashi le bacchette da tavola

Le bacchette fanno parte della tradizione e della cultura Giapponese e sono utilizzate ancora oggi, in tutto il giappone, nonostante l'occidente abbia esportato le posate metalliche.
nuribashi
Ci sono vari tipi di bacchette, le più comuni sono le nuribashi (ぬりばし) che vengono usate per i pasti quotidiani, di solito in famiglia ognuno ha le sue bacchette personali che vengono già posizionate al proprio posto sul tavolo o si possono prendere da un contenitore posto al centro del tavolo.
waribashi
Per gli ospiti o nei ristoranti si utilizzano invece le Waribashi(わりばし) che sono bacchette usa e getta.
Queste sono unite alla base e vanno separate tra loro prendendole a tre quarti dalla punta e tirando con decisione, altrimenti si potrebbero spezzare e sarebbero inutilizzabili.

Per servire dai piatti di portata esistono delle apposite bacchette chiamate Toribashi (とりばし). Rispetto alle bacchete normali sono un pò più lunghe e spesse e si trovano poggiate sui piatti di portata.
saibashi
Anche per cucinare ci sono delle bacchette speciali, che sono molto comode per girare gli alimenti nelle padelle o le pentole, si chiamanao Saibashi (さいばし) e sono lunghe e spesse, molto più resistenti di quelle normali e quasi sempre unite alla base da una piccola cordicella che serve per tenerle appese e prenderle velocemente.

Regole da seguire a tavola

Ci sono tutta una serie di regole da conoscere sull'utilizzo delle bacchette che è bene imparare.
Per i giapponesi sono le posate naturali e vengono utilizzate per mangiare quasi tutti i cibi esistenti.
hashioki
Quando non si stanno usando le bacchette per mangiare, vanno riposte sopra gli hashioki (はしおき), un apposito sostegno, in mancanza di quello alla ciotola più bassa che si ha vicino.
mayo-bashi
E' cattiva educazione muvere le bacchette sul piatto di portata per decidere cosa mangiare (mayoi-bashi, まよいばし), bisogna piùttosto scegliere in precedenza cosa si vuole prendere e poi andare decisi con le bacchette sulla cosa scelta.
cattive maniere hashi
Non bisogna mai conficcare le bacchette in verticale nella ciotola del riso e nemmeno passare il cibo dalle vostre bacchette a quelle di un altro commensale, perchè questi due comportamenti fanno parte delle usanze tipiche dei riti funebri Buddhisti.

E' assolutamente scortese usare le bacchette per indicare degli oggetti o delle persone, posatele ed utilizzate le mani per farlo.

Per servirsi dai piatti di portata, non bisogna usare le bacchette dal lato con il quale portiamo il cibo alla bocca ma bisogna girarle dal lato opposto ed utilizzare quello.
tsukibashi
Non bisogna mai usare le bacchette per infilzare i cibi (tsukibashi, つきばし) un pò più solidi che consentirebbero una facile presa, è veramente scortese.

È molto scortese frugare nel piatto in cerca di qualcosa con le bacchette, (saguribashi, さぐりばし), tranne se non si tratta di una zuppa, in quel caso sarebbe difficile cercare un cibo che non si può vedere.
masebashi
Anche spostare il piatto o la ciotola utilizzando le bacchette (masebashi, ませばし), sia trascinandolo dal bordo interno che spingendolo dall'esterno è considerata maleducazione.

neburibashi
Inoltre è veramente scortese leccare le bacchette (neburibashi, ねぶりばし) per ripulirle dal cibo rimasto, o tenerle in bocca senza cibo.

Come usare le bacchette

Non è diffcile come quanto si possa pensare utilizzare le bacchette, vi consiglio di armarvi di un pò di pazienza e provare comunque a mangiarci, con un pò di pratica vedrete che poi vi risulterà facile.
La cosa migliore per imparare ad usarle è osservare gli altri che lo fanno e fare un pò di pratica, magari anche a casa.
hashi
Nell'utilizzo delle bacchette è bene ricordare che una delle due bacchette, in figura la bacchetta A, deve rimanere ferma, mentre l'altra, quella B, effettuerà il movimento.

uso bacchette uso bacchette uso bacchette

La bacchetta sottostante va posizionata tra la giuntura del pollice alla mano e fermata un po' più avanti con l'anulare.
Quella libera di muoversi va invece impugnata tra il pollice e le dita medio ed indice.



Potrebbe interessarti anche...