Cerimonia del Tè

Cha no yu, la cerimonia del tè

Chanoyu
Il Cha no yu (茶の湯), che letteralmente significa acqua calda per il tè, è un rito sociale e spirituale praticato in Giappone e conosciuto in Occidente come Cerimonia del tè.
Questo rito è molto conosciuto anche nelle arti tradizionali zen è conosciuto anche come Chadō o Sadō, (茶道), la via del tè.
Fu il monaco buddhista zen Sen no Rikyū (千利休, 1522-159 a definire le regole di questo rito.
Regole che applicò durante la sua permanenza come maestro del tè di Oda Nobunaga (織田信長, 1534-1582) e di Toyotomi Hideyoshi (豊臣秀吉, 1536-1598).
Il Cha no yu di "Sen no Rikyū" riprende la tradizione dei monaci zen Murata Shukō (村田珠光, 1423-1502) e Takeno Jōō (武野紹鴎, 1502-1555), applicando alla cerimonia lo stile e le regole wabi-cha (侘茶), caratterizzate dalla semplicità e la sobrieta e lo stretto legame con l'insegmamento zen.

La cerimonia non ha sempre le stesse regole, a seconda delle stazioni cambia la posizione del kama () il bollitore. In autunno ed inverno è posto nel (爐, ro) la fornace, una buca di forma quadrata ricavata in uno dei tatami (畳) che formano il pavimento.
In primavera ed estate si usa il (furo, 風爐), un braciere appoggiato direttamente sul tatami.
Nel tipo di cerimonia più lunga e complessa, chiamata (茶事, chaji), viene servito una pasto in stile kaiseki (懐石), un thè denso chiamato (濃茶, koicha) e per completare un altro thè più leggero chiamato (薄茶, usucha). Per la preparazione del thè si utilizza sempre il thè matcha (抹茶), un tè verde polverizzato che viene mescolato all'acqua calda con il(茶筅, chasen) , l'apposito frullino di bambù.
Il thè non è ottenuto per infusione, ma per sospensione, la polvere di tè sciolta viene consumata insieme all'acqua. Questa caratteristica del tè macha ed il fatto che viene prodotto con i germogli della pianta fa si che abbia un effetto particolarmente eccitante.
I monaci zen lo usavano infatti per rimanere svegli durante le pratiche meditative (zazen, 坐禅).


« Il cuore della Cerimonia del tè consiste nel preparare una deliziosa tazza di tè, disporre il carbone in modo che riscaldi l'acqua, sistemare i fiori come fossero nel giardino, in estate proporre il freddo, in inverno, il caldo, fare tutto prima del tempo, preparare per la pioggia e dare a coloro con cui ti trovi ogni considerazione »
(Sen no Rikyū)

Ultimi inseriti
  • Sen no Rikyū
  • Sen no Rikyū, il monaco buddista che ha riformato e diffuso la cerimonia del tè

  • Scuole del wabi-cha
  • Le più importanti scuole della cerimonia del tè giapponesi derivanti dal Wabi-cha

  • Le Ceramiche da Tè
  • Le ceramiche utilizzate nel Cha no yu, la cerimonia del tè.

  • I quattro principi costitutivi
  • Armonia, rispetto, purezza e tranquillita sono sencondo Sen no Rikyū i principi per la cerimonia del tè

Per gli altri articoli scegli dal menu



cerimonia del tè